Debutto MotoGP sul Chang International Circuit in Thailandia

MotoGP-di-Buriram-Thailandia-2018

Nel primo weekend di questo ottobre, per la prima volta nella storia del Motomondiale, si corre a Buriram, il debutto MotoGP sul Chang International Circuit in Thailandia.

 

Il 15° GP del Motomondiale 2018 porta diverse novità nel calendario, il circuito thailandese è il quarto nuovo tracciato inserito nell’ultimo decennio.  Nel 2010 è stato inserito nel calendario il Motorland Aragon, nel 2013 i circuito di Austin e nel 2014 Rio Hondo.

Marc Marquez rimane il favorito della gara ed il leader iridato della classifica con 72 punti distanza da Andrea Dovizioso. Al terzo posto nella classifica si mantiene per miracolo Valentino Rossi con la Yamaha seguito da Lorenzo al quarto posto con la Ducati. Dopo l’infortuno al GP di Aragon Lorenzo deciderà solo dopo le FP1 se parteciperà o no alla gara.

 

Programmi e orari MotoGP di Buriram 2018

 

Domenica 7 ottobre alle 04,40 – MotoGP Warm up e alle 09,00 – Gara MotoGP

Il primo GP di Thailandia: Marquez batte Dovizioso all’ultima curva e si avvicina al titolo: ora ha un vantaggio di 77 punti sul ducatista. La Yamaha torna sul podio: 3°Vinales davanti aRossi.

Moto2: Bagnaia-Marini, doppietta dello Sky Racing Team VR46.

Moto3, podio tutto italiano Di Giannantonio-Dalla Porta-Foggia.

Sabato 6 ottobre alle 04,55 e 13,30 Prove libere 3 e alle 09,10 le Qualifiche

Qualifiche – Pole per Marquez, Rossi il secondo a soli 11 millesimi di distanza, terzo della prima fila Dovizioso. Il quarto tempo ed il primo della seconda fila Vinales seguito da Crutchlow, sesto Iannone, settimo Pedrosa, ottavo Zarco, nono Petrucci e decimo Miller. 

 

Qualifiche-motogp-Buriram-2018

 

FP3 – Dovizioso di nuovo più veloce di tutti, seguito da Miller, terzo Vinales, quarto Crutchlow, quinto Petrucci, sesto Pedrosa, settimo Rossi, ottavo Iannone, nono Zarco e decimo Bautista. Marquez è scivolato e parte dal Q1 invece Lorenzo non corre a Buriram. Il maiorchino della Ducati, dopo il pauroso incidente nelle FP2, ha deciso di comune accordo con la Ducati che è meglio non scendere in pista questo weekend.

 

FP3-MotoGP-Buriram-2018

Venerdì 5 ottobre alle 04,55 – Prove libere 1 e alle 09,05 – Prove libere 2

 

FP2 – Dovizioso supera Vinales e chiude al primo posto nelle Libere 2. Terzo Crutchlow, quarto Marquez, quinto Petrucci, sesto Iannone, settimo Bautista, ottavo Pedrosa, nono Rossi, decimo Zarco.

FP1 –  La rivincita delle Yamaha nelle FP1 a Buriram, 1° Vinales, 2° Rossi 🏁‼️sono stati gli unici a parte Zarco a mettere le gomme soft! 3°Dovizioso, 4° Miller, 5° Marquez, 7° Iannone, 8° Nakagamni, 9° Petrucci, 10° Redding. Lorenzo 17°.

Risultati FP1 MotoGP Buriram 2018
Risultati FP1 turno inaugurale MotoGP Buriram 2018

 

Dopo i test di questa settimana i piloti considerano la pista lenta

Prima gara a Buriram e pista ancora da scoprire. I test di questa settimana hanno rilevato non poche perplessità da parte dei riders. Il campione iridato e leader in classifica, Marc Marquez, ha dichiarato che pensava di essere più veloce invece ha costatato che la pista è lenta. Dovizioso conferma che ci sono tre curve molto lente e il rettilineo è piccolo. Questo porterà ad avere tutti i piloti con i tempi molto vicini.

Sono tutti d’accordo che il tragitto non è difficile ma si deve stare attenti ai cambi di direzione e alle frenate brusche. Thomas Luthi considera che ci sono tre punti nei quale si deve stare molto attenti alle frenate, confermato da Danilo Petrucci sui tre punti difficili da gestire.

Johann Zarco considera la pista facile e si aspetta che tutti i piloti saranno vicini come tempi. Infatti, Zarco, ha fatto il secondo miglior tempo nei test.

 

Tre Honda nei primi 4 posti nei test in Thailandia

Dani Petrosa, l’autore del miglior tempo, 1’29”781, potrebbe essere la sorpresa della gara. Invece il favorito rimane Marquez e la Honda senza dimenticare la potenza della Ducati. Sia Dovizioso che Lorenzo si potrebbero trovare molto bene sulla nuova pista di Buriram. La Casa di Borgo Panigale per i test dell’aerodinamica ha affidato a Dovizioso la nuova carena leggera e una ad alto carico a Lorenzo.

motogp-rossi-buriram-2018
Rossi vuole il podio a Buriram

La Yamaha continua ad avere problemi di elettronica nonostante qualche miglioramento. Valentino Rossi non ha ancora perso le speranze per finire la stagione sul podio. Le 23 gare senza un trionfo hanno portato la Yamaha ad un record assoluto di digiuno di vittorie.

Il Dottore non esclude la possibilità di mettere la firma su un’altra prima volta assoluta nella storia del Motomondiale. La vittoria nel primo Gran Premio di Thailandia potrebbe ribaltare la sfortuna abbattuta sulla Yamaha e la carriera di Valentino.

Anche Vinales è ottimista riguardo il tour in Asia iniziando da Buriram. Lo spagnolo ha dichiarato che per il GP di Thailandia ha molte aspettative ed i suoi tempi nei test lo confermano.

 

Buriram International Circuit

l tracciato di Buriram ospiterà per la prima volta una gara valida per il mondiale top-class, evento che non succedeva dal 2005. Il nome ufficiale del circuito è “Chang International Circuit” che è il nome di una birra. Per rispettare le leggi dell’alcool che proibiscono la pubblicità in certi paesi si utilizza il nome “Buriram International Circuit”.

Il circuito è stato progettato dall’architetto tedesco Hermann Tilke e ha aperto nel 2014 per vedere la MotoGP debuttare in questa stagione. Fino ad ora ha visto solo il MOTUL FIM Superbike World Championship correre nel 2015.

La pista è situata a circa 410 km a nord-est dalla capitale del paese, Bangkok nella città di Buriram, nella provincia di Buriram. Il nome si traduce letteralmente in “città della felicità”. Il clima è tipicamente caldo e umido è una caratteristica fondamentale della sua posizione nel sud-est asiatico.

Il tracciato di 4,554 km presenta 12 curve, di cui 5 a sinistra e 7 a destra, e un rettilineo di 1000 mt. La gara della MotoGP include 26 giri di pista per un totale di 118,4 km, la Moto2 – 24 giri di pista per 109,3 km e la Moto3 – 22 giri di pista per 100,2 km.

Le strutture all’avanguardia, includono una capacità totale di 100.000 persone con varie tribune attorno al circuito con una visuale spettacolare per gli spettatori.

 

 

 

About Miriam Tournon

Miriam Tournon ha lavorato per anni come giornalista su stampa, web, radio e TV, per seguire poi una carriera nel mondo digitale. Ha gestito progetti in tutti i settori per vari web agency ma anche campagne advertising sui motori di ricerca e social media, outbound marketing, inbound marketing, organizzazione eventi e comunicazione di impresa. Da più di 5 anni, Miriam, si dedica al content marketing nel contesto dell' Inbound Marketing e all'analisi di mercato e CRM. Attualmente è attiva nella SEO, content marketing e web marketing. La passione per lo sport e per il tennis in speciale l'ha reso un blogger di valore per Betlive5k.IT.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.