Yamaha rallenta Rossi o Rossi rallenta Yamaha?

Rossi-prove-nuova-M1-2019

La Yamaha ha raggiunto 23 GP a digiuno di vittorie ed il gap tecnico invece di diminuire si aggrava. La nuova M1 uguale a quella del 2018, da più di 2 anni nulla di nuovo.

 

I problemi tecnici aumentano da una gara ad altra e la Yamaha non vince una gara dall’Assen 2017, vittoria portata in casa Yamaha da Valentino Rossi.

I piloti Yamaha si vedono costretti a scendere in pista con una moto poco competitiva ed i risultati lo confermano. Al GP di Aragon Valentino ha raggiunto l’ottavo posto con grossi difficolta e Vinales il decimo. Possibili problemi di elettronica che non eroga la potenza de motore e provoca il consumo delle gomme.

Da più di 2 anni nulla di nuovo in casa Yamaha

Dopo le prove di Aragon del prototipo del motore 2019 Valentino ha dichiarato preoccupato che ha riscontrato gli stessi problemi. Praticamente le moto degli ultimi due anni non sono migliorate mentre la concorrenza è andata avanti. Sia la Honda che la Ducati hanno risolto i loro problemi è sono competitive. Anche Aprilia e Suzuki fanno passi avanti con i miglioramenti tecnici.

Iwata è in ritardo quest’anno anche con le prove del prototipo dell’anno prossimo. Questa prova si faceva di solito dopo la gara di Brno ma questa volta la nuova M1 è arrivata solo dopo Aragon e senza miglioramenti.

La nuova M1 uguale a quella del 2018

Yamaha rallenta Rossi o Rossi rallenta Yamaha?

Il giornalista spagnolo Manuel Pecino ha trasmissione spagnola “Paddock” ha presentato l’ipotesi che Rossi potrebbe essere la causa del blocco della Yamaha può essere Rossi.

Pecino ha dichiarato: “La sensazione è che quello che succede nel Motomondiale 2018 non ha una linea diretta con il Giappone. Io credo che si sta pagando il fatto di strutturare una squadra intorno ad un pilota che ha 39 anni”.

In base all’analisi del giornalista spagnolo Yamaha ha bisogno di nuove prospettive e nuove idee per uscire dall’impasse.

Allo stesso tempo Valentino ha dichiarato dopo le prime prove della nuova M1: “Il mio lavoro non consiste nel dire ‘abbiamo bisogno di un motore a V o modificare il telaio in questo modo’. Io posso individuare e dire quali siano i problemi. Siamo in difficoltà per quanto riguarda l’abbinamento moto-gomme, specialmente per quanto riguarda il posteriore. Sto cercando di spiegare questo fatto. Ma non dobbiamo focalizzarci su una sola area, perché i punti da sistemare sono diversi, secondo me. Ad esempio l’elettronica, il carattere del motore, e altre cose”.

 

About Miriam Tournon

Miriam Tournon ha lavorato per anni come giornalista su stampa, web, radio e TV, per seguire poi una carriera nel mondo digitale. Ha gestito progetti in tutti i settori per vari web agency ma anche campagne advertising sui motori di ricerca e social media, outbound marketing, inbound marketing, organizzazione eventi e comunicazione di impresa. Da più di 5 anni, Miriam, si dedica al content marketing nel contesto dell' Inbound Marketing e all'analisi di mercato e CRM. Attualmente è attiva nella SEO, content marketing e web marketing. La passione per lo sport e per il tennis in speciale l'ha reso un blogger di valore per Betlive5k.IT.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.